011.191 752 70 info@dlgs81.org

Il REACH è il regolamento per la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche. Il regolamento REACH è entrato in vigore il 1° giugno 2007 e a partire da questa data, si applicano gli obblighi relativi alla comunicazione nella catena di approvvigionamento. L’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA), tramite gli organismi Nazionali e Regionali, è l’organismo responsabile del sistema. Il REACH attribuisce agli operatori del settore la responsabilità della gestione dei rischi che le sostanze chimiche comportano per la salute umana e per l’ambiente.

A tal fine, DLGS81 & PARTNERS, elabora gli scenari di esposizione e li comunica in un allegato alla scheda di dati di sicurezza, per consentire agli attori della catena di approvvigionamento di rispettare le condizioni d’uso in sicurezza. La sintesi dei dati raccolti e la corrispondente valutazione della sicurezza chimica (CSA) (compresi gli scenari di esposizione) verranno presentate all’ECHA in un fascicolo di registrazione.

I due concetti chiave che vanno oltre i precedenti piani di controllo delle sostanze chimiche sono:

  • L’industria è responsabile della sicurezza d’uso delle sostanze chimiche, mentre l’ECHA e gli altri enti di regolamentazione concentrano la propria attività sul posto con controlli in loco o su aree particolarmente problematiche.
  • La valutazione dei rischi è centrale per i vari processi REACH.

Gli attori coinvolti dal Regolamento sono i seguenti:

  • produttori di articoli: ogni persona fisica o giuridica che fabbrica o assembla un articolo all’interno dell’UE;
  • fabbricanti di sostanze: ogni persona fisica o giuridica che fabbrica una sostanza all’interno dell’UE;
  • importatori: ogni persona fisica o giuridica, con sede nella Comunità, responsabile dell’importazione (da paesi Extra-UE) di sostanze, preparati o articoli. La fornitura di una sostanza/preparato/prodotto da uno Stato membro UE ad un altro Stato membro UE non è considerata importazione;
  • utilizzatori finali: ogni persona fisica o giuridica con sede in UE, diversa dal fabbricante o dall’importatore, che utilizza la sostanza nell’esercizio delle sue attività industriali o professionali. I distributori e i consumatori non sono considerati utilizzatori a valle;
  • distributori: ogni persona fisica o giuridica con sede in UE, compreso il rivenditore al dettaglio che si limita ad immagazzinare e ad immettere sul mercato una sostanza in quanto tale o in quanto componente del prodotto da vendere.

A meno che non vi sia un’esplicita esenzione dall’obbligo di registrazione, REACH impone di registrare le sostanze presso l’ECHA, qualora siano fabbricate o importate in quantità pari o superiori a una tonnellata all’anno, presentando un fascicolo contenente tutte le informazioni fisico-chimiche, tossicologiche ed ecotossicologiche.

A partire dal 1° giugno 2008, le nuove sostanze (le cosiddette sostanze non soggette a regime transitorio) dovranno essere registrate prima di essere fabbricate o importate.

Entro il 31 maggio 2018: dovranno essere registrate tutte le sostanze fabbricate nella Comunità o importate, in quantitativi pari o superiori a 1 tonnellata all’anno per fabbricante o importatore.

DLGS81 & PARTNERS è in grado di supportare le aziende nell’espletamento delle pratiche e dei documenti previsti dal Regolamento 1907/2006 CE riguardanti la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e le relative restrizioni delle sostanze chimiche, ponendosi come responsabile referente delle aziende nei rapporti con gli enti preposti al controllo e al sanzionamento.