REQUISITI DI STABILITÀ E SICUREZZA DELLE SEDIE USO UFFICIO

L’art. 147 del DLGS81/08 prevede che in fase di valutazione dei rischi effettuata dal datore di lavoro ai sensi dell’art. 28, si prendano in analisi anche le postazioni di lavoro negli uffici, ovvero tra gli obblighi previsti a carico dell’azienda, rientrano anche le opportune osservazioni e verifiche riguardanti le sedute da lavoro, o come correttamente definito nel D.L. di riferimento, “sedile di lavoro”.
Il datore di lavoro dovrà, quindi, prevedere una valutazione di dettaglio in merito alla postazione di lavoro e alle condizioni ergonomiche adottando misure di prevenzione e protezione volte alla riduzione del rischio in oggetto, e in particolare:

a) ai rischi per la vista e per gli occhi;

b) ai problemi legati alla postura ed all’affaticamento fisico o mentale;

c) alle condizioni ergonomiche e di igiene ambientale.

Il D.Lgs 81/2008, art. 178 comma 1 lett, a) prevede, in caso di inadempienza da parte del datore di lavoro e del dirigente, l’arresto da tre a sei mesi o l’ammenda da 3.071,27 a 7.862,44 euro.

Scopri qui le sedie da utilizzare in ufficio