Gli infortuni nella scuola: responsabilità del Preside e del RSPP

Nella scuola, intesa come luogo di lavoro, le eventuali posizioni di garanzia e responsabilità in caso di infortunio allo studente, sono spesso imputabili sia al Dirigente Scolastico, che seppur non proprietario dello stabile, e senza poteri di spesa o decisionali in merito al mantenimento dell’edificio, è considerato come da presupposto del D.Lgs 81/08 “datore di lavoro,” sia al Responsabile dei servizi di prevenzione e protezione, ai quali spettano gli obblighi di vigilanza nei confronti degli alunni e del personale docente e non docente.
Se al Dirigente viene richiesto di vigilare sulla messa in sicurezza della struttura, è dovere del RSPP effettuare l’individuazione e la valutazione dei rischi e dei pericoli che possono essere causa di infortuni agli studenti, o che gli stessi possano recare danno a terzi o a sé medesimi, e la vigilanza sulla messa in sicurezza della struttura, finalizzata alla possibile eliminazione di eventuali fonti di pericolo.
E’ quindi fatto obbligo al Preside, affiancato dal RSPP, di segnalare e di informare eventuali criticità, pericolo o situazioni di non conformità in tema di tutela della salute e della sicurezza degli alunni e del personale docente e non docente, alle previste autorità competenti – Coune e Provincia – , pena in caso di incidenti o di accertate carenze, la loro eventuale responsabilità penale.

Leggi di più