FUOCHI D’ARTIFICIO: ASPETTI IN MERITO ALLA PRODUZIONE, TRASPORTO E UTILIZZO.

Con l’approssimarsi delle feste di fine anno, durante le quale è più diffuso l’utilizzo di prodotti pirotecnici, si sottolinea l’esigenza di vigilare e assicurare l’incolumità pubblica e privata in tutti gli ambiti in cui possono sussistere evidenti situazioni di pericolo. In particolare, le fabbriche e depositi che producono i fuochi di artificio e che necessitano di un attento monitoraggio, verifica e ispezione da parte degli organi di controllo (Vigili del Fuoco, Polizia, Carabinieri,) affinché vengano garantite le condizioni di idoneità e vengano rispettate le norme che tutelano la sicurezza dei lavoratori.

Il settore pirotecnico infatti, è considerato un settore ad alto rischio, in particolare per tutto ciò che riguarda l’incolumità dei lavoratori coinvolti in questo ambito lavorativo, in cui tra le criticità più evidenti, è presente un forte rischio di incendi ed esplosioni. A tal proposito, l’INAIL ha già provveduto a creare una campagna di sensibilizzazione nel 2018, attraverso la diffusione di un opuscolo visionabile sul sito, con le indicazioni sulla gestione dei rischi più rilevanti in cui possono venir coinvolte le fabbriche e le aziende di questo settore. Anche la Polizia di Stato, ha pubblicato sul proprio sito, la circolare n. 557 del 5/7/2016 in cui sono state diramate le linee guide per le Commissioni Tecniche Territoriali in sede di sopralluogo ispettivo presso le sopraccitate fabbriche.

Leggi di più